Skip to content

ASSISTENZA SANITARIA

15 dicembre 2010 - Condividi

A partire dal 1° luglio 2010, anche le famiglie monoparentali e i disoccupati di lunga durata di età inferiore a 50 anni hanno diritto automaticamente ad un rimborso più elevato sulle spese sanitarie. In altri termini, queste due nuove categorie di persone, in genere a basso reddito, hanno diritto all’assistenza medico-farmaceutica e ospedaliera alla stessa stregua di coloro che hanno lo statuto di BIM o OMNIO meglio conosciuto con il nome di VIPO.

Per beneficiare dell’intervento preferenziale, il reddito familiare non deve superare 15.063,45 euro maggiorato di 2.788,65 euro per ogni membro supplementare facente parte della famiglia.

Per le persone separate di fatto, dal 1° luglio 2010 si tiene conto del reddito dell’ex-partner degli ultimi sei mesi e non più dell’ultimo anno; per leseparazioni legali, invece, non si tiene più conto dei redditi dell’ex-partner a partire dalla data della separazione legale. Per famiglia monoparentale s’intende la famiglia costituita unicamente dal titolare e da figli a carico; nessun’altra persona (familiare, amico, ecc.) può abitare sotto lo stesso tetto.